Recentemente è stata introdotta una nuova norma riguardante gli estintori per gli autobus, pullman di turismo, scuolabus etc.

Vista la necessità della sostituzione degli estintori a polvere con gli estintori idrici da 6kg, o estintori a schiuma da 5kg o estintori a CO2 da almeno 2kg.

Questo tipo di scelta è stata fatta dal legislatore dovuto; innanzi tutto al miglioramento tecnico sostanziale degli estintori idrici, ma in modo particolare per le conseguenze che avvengono in seguito all’uso dell’estintore a polvere.

In un ambiente angusto , di piccole dimensioni, come un autobus, scaricare un estintore a polvere creerebbe sicuramente molta confusione , la nuvola bianca che ne scaturirebbe ridurrebbe di molto la visibilità sia dell’utilizzatore che del conducente del mezzo, magari ancora in movimento. Inoltre, pur escludendo rischi di tossicità (non ancora del tutto esclusi dalle ultime ricerche), bisogna prevenire ed evitare irritazioni alle mucose e agli occhi di bambini, anziani e altri occupanti del mezzo.

Consideriamo poi che le statistiche dimostrano che gli estintori vengono usati nella maggior parte dei casi dentro l’abitacolo degli autobus destinati al trasporto persone , quella vecchia normativa doveva essere per forza aggiornata.

Tutti i punti vengono chiariti dalla Circolare congiunta del 23 Marzo 2018 del Ministero dell’Interno in collaborazione con il Comando generale dei Vigili del Fuoco e del Ministero di Infrastrutture e Trasporti.

La normativa estintori autobus 2018 stabilisce che:

tutti i veicoli immatricolati dal 16 aprile 2018 dovranno essere dotati di estintori a schiuma da 6 litri.
tutti i veicoli immatricolati prima del 16 aprile 2018 dovranno invece sostituire gli estintori a polvere installati, in occasione della prima revisione (triennale) programmata degli estintori, in cui si sarebbe dovuto sostituire l’agente estinguente (ovvero la polvere).
un autobus con meno di 30 posti deve avere a bordo un estintore a schiuma da 5 Kg o, in alternativa, uno a neve carbonica da 2 Kg;
su un autobus con più di 30 posti, dovrà essere presente un estintore a schiuma da 5 Kg oppure due estintori a neve carbonica da 2 Kg ciascuno; in quest’ultimo caso, un estintore dovrà essere collocato vicino al conducente del mezzo, mentre l’altro andrà nella parte posteriore.

Cosa sono e come funzionano gli estintori a CO2 o neve carbonica per autobus?

L’estintore a CO2 ossia ad anidride Carbonica quando viene azionato rilascia neve carbonica anche detto ghiaccio secco la quale provoca l’abbassamento della quantità di ossigeno nell’aria, così in pratica il fuoco si spegne perché non può più alimentarsi con l’aria e a causa del forte raffreddamento.

Vedi Anche:  Pittura Dopo Incendio: La Guida Per Agire Al Meglio

Certo è che nell’uso dell’estintore a CO2 è necessaria da parte dell’utilizzatore molta attenzione data la bassissima temperatura, deve essere impugnato obbligatoriamente per il manicotto a forma di cono, se non si vogliono rischiare ustioni alle mani.

Gli estintori a schiuma o idrici per bus

Gli estintori idrici con il passare del tempo si sono evoluti notevolmente, superando l’ostacolo del loro utilizzo (prima impossibile) nei confronti dello spegnimento del fuoco su elementi elettrici e aumentando il potenziamento delle classi di spegnimento. Sono entrati quindi nel novero delle migliori soluzioni possibili.

Considerando che le statistiche sull’impiego degli estintori sugli autobus rilevano che il loro maggior uso viene fatto nell’abitacolo dei veicoli destinati al trasporto promiscuo di persone, la vecchia normativa andava necessariamente aggiornata.