Pubblicato il 15/04/2021 da Redazione Antincendio

cartello segnalazione locale pompe antincendio
avviso locali pompe antincendio

La UNI 11292- 2019 è attualmente la norma che stabilisce i requisiti per la costruzione e le funzionalità minime per la realizzazione dei locali tecnici che dovranno ospitare le unità dei gruppi di pompaggio antincendio per gli impianti.

Ma perché è necessario installare gruppi di pompaggio nei locali tecnici per utilizzare alcune specifiche riserve idriche? Perché la rete idrica cittadina non ha una portata o una pressione adeguata. Le città, in verità, pur trasformandosi continuamente sul piano urbanistico, aumentando i loro spazi residenziali, dimenticano sempre più spesso di adeguare le portate delle loro reti idriche.

I sistemi di accumulo ed i gruppi antincendio di pompaggio diventano in questo modo  la soluzione più immediata per risolvere carenze di portata e pressione.

Caratteristiche costruttive dei locali tecnici

SCOPO E CAMPO DI APPLICAZIONE DELLA UNI 11292:

La nuova riedizione e revisione  della UNI 11292 -2019, accentua l’attenzione  sull’ aspetto “Sicurezza” E’ fondamentale che il locale pompe, cioè dove devono venir situati i gruppi di pompaggio deve restare sicuro, sia per gli addetti, durante le fasi di installazione/manutenzione che per gli operatori della sicurezza, durante un eventuale espletamento delle fasi di emergenza.

La presente norma si applica ai locali tecnici di nuova costruzione, realizzati in opera o prefabbricati, siano essi di tipo separato o inseriti nella volumetria di un fabbricato.
A tale scopo, vengono fornite delle indicazioni che riguardano la disposizione degli spazi interni del locale, il tipo di pavimentazione permessa, gli impianti elettrici e di riscaldamento del locale stesso e le caratteristiche costruttive.

MATERIALI DA UTILIZZARE NEL LOCALE POMPE ANTINCENDIO:

I locali tecnici destinati ad ospitare le unità di pompaggio devono possedere una resistenza al fuoco non inferiore a 60 minuti (R60) è preferibile quindi utilizzare materiali incombustibili con colori chiari quali il bianco specialmente per le aree interne ai locali.

Vedi Anche:  Elenco Codice CER: Elenco Europeo dei Rifiuti

ACCESSO:

locale pompe prefabbricato
pompe antincendio – locale pompe- unità di pompaggio

Ovviamente il locale pompe antincendio deve essere ubicato in modo da assicurare il facile accesso da parte delle squadre di soccorso. I locali tecnici del gruppo antincendio possono quindi essere ubicati:

  • in posto separato;
  • attaccati ad un edificio protetto da sprinkler con accesso diretto dall’esterno;
  • dentro lo stesso edificio protetto dall’impianto servito però anche  con accesso diretto dall’esterno.

Secondo la UNI 11292: 2019, i locali fuori terra devono avere un’altezza rispetto alla quota del piano di riferimento non superiore a 7,5 m. Il locale può essere ubicato anche entro terra ed in questo caso non più essere ad una quota inferiore a 7,5 m, al fine di evitare problemi di allagamento derivanti da eventi atmosferici. Non è ammessa la realizzazione di locali interrati nelle aree a rischio di inondazione e nelle zone comunque esposte al rischio di allagamento in caso di eventi atmosferici, salvo
ingegnerizzazione specifica dell’installazione.

L’accesso al locale deve essere garantito per le persone e per i macchinari e deve essere agevole per le persone anche in caso di funzionamento dell’impianto antincendio, assenza di luce, presenza di neve ove previsto, e comunque in presenza di qualunque fattore che influisca negativamente sull’accessibilità. L’accesso deve essere segnalato in modo idoneo e deve essere permesso direttamente dalla strada o da uno spazio a cielo libero. L’altezza dei varchi di entrata non deve mai essere sotto ai 2 metri di altezza e mai inferiore a 0.80 metri di larghezza. Le scale quando e se presenti, non devono mai avere una forte pendenza e non devono essere a pioli e/o rimovibili.

SPAZIO INTERNO DEI LOCALI POMPE ANTINCENDIO:

Le dimensioni minime dei locali del gruppo antincendio devono essere tali da consentire sia gli interventi di manutenzione ordinaria sia eventuali interventi di manutenzione straordinaria assicurando condizioni di sicurezza per il personale addetto.

Vedi Anche:  Estintori per casa

Quindi lo spazio dei locali in pianta  deve  avere un’altezza dall’intradosso del solaio al piano di calpestio non inferiore a 2,4 m e lateralmente esserci almeno 80 cm di larghezza sui tre lati destinati allo spazio di lavoro, la medesima distanza va garantita reciprocamente fra le pompe installate.

Nell’installazione devono essere comunque rispettate le dimensioni degli spazi di lavoro specificate dal produttore delle unità di pompaggio, qualora queste siano superiori ai valori precedentemente indicati.

Le Pavimentazioni e il drenaggio:

locali pompe interrati
locali pompe serbatoio autonomo

Il pavimento deve essere piano, uniforme, antiscivolo ed avere pendenza verso il punto di drenaggio al fine di evitare ristagni di acqua nel locale.  Le pavimentazioni usate devono anche essere in grado di resistere ai carichi statici, derivanti dal gruppo pompe. Queste ultime, infatti, vanno fissate in modo accurato al pavimento, onde evitare che trasmettano vibrazioni alle strutture del locale.

Particolare attenzione deve essere posta allo smaltimento delle acque durante le fasi di scarico per operazioni di manutenzione. Tutti gli scarichi di acqua (provenienti dalle unità di pompaggio e non) devono essere portati all’esterno del locale, impedire il riflusso e garantire la fuoriuscita dell’acqua anche in caso di gelo.

In caso di locali interrati essi devono essere collegati alla rete fognaria del sito  con un collegamento a gravità adeguato allo scarico di una perdita d’acqua di almeno 20 m3/h. Ove ciò non fosse possibile devono essere previste pompe di drenaggio (almeno 2, una di riserva all’altra), e si deve prevedere, per almeno una di esse, un’alimentazione di emergenza pronta a garantirne il funzionamento anche in assenza di alimentazione elettrica di rete per almeno 30 min. Segnalazioni di “anomalia” e/o “funzionamento” di suddette pompe devono essere rimandata ad un luogo presidiato. I locali devono essere dotati di sistema di rivelazione ed allarme per presenza di acqua a pavimento da rinviare in luogo costantemente presidiato.

Vedi Anche:  Registri Antincendio

Il locale per la pompa antincendio, inoltre, deve essere segnalato con una segnaletica, prevalentemente a fondo rosso con scritta bianca, riportante la dicitura “Locale Pompe Antincendio”.

Riscaldamento del locale:

I locali devono essere dotati di impianto di riscaldamento in grado di evitare il gelo delle tubazioni antincendio e delle parti installate, in grado di mantenere condizioni di temperatura e di umidità soddisfacenti in tutte le stagioni e evitare condizioni di umidità superiori allʼ80%.

Scarico dei fumi di motore delle pompe antincendio:

Nel caso siano installati motori diesel che muovono le pompe, si deve prevedere l’uscita dei fumi di scarico mediante apposita marmitta per ogni singolo motore. La tubazione deve essere dotata di collegamento flessibile al motore e deve essere isolata termicamente da una intercapedine antincendio.

L’estremità della tubazione di scarico deve essere distanziata in tutte le direzioni ad una distanza superiore a 1,5 m. da finestre, porte, percorsi di transito o prese d’aria.
I terminali devono essere protetti dagli agenti atmosferici e dotati di griglia di protezione. Negli attraversamenti di pareti o solai la tubazione di scarico deve essere adeguatamente isolata termicamente. La tubazione deve essere isolata termicamente ed avere l’estremità distanziata in tutte le direzioni ad una distanza superiore a 1,5 m. da finestre, porte, percorsi di transito o prese d’aria.

DISPOSITIVO DI PROTEZIONE:

Deve essere installato un dispositivo di protezione come  un estintore di classe di spegnimento almeno 34A144 BC.
In presenza di impianti con potenze elettriche installate superiori a 40 kW deve essere previsto anche un estintore a CO2 di classe di spegnimento minima di 113BC.

Gli utenti cercando anche:

  • gruppo di pressurizzazione antincendio
  • gruppo di pompaggio antincendio